Blog

Condividere conoscenze

La definizione di marketing emozionale o esperienziale viene formulata dal professore della Columbia University Bernd. H. Schmitt, che lo descrive come un’esperienza memorabile che il cliente deve sperimentare, e deve essere tale da superare le sue aspettative.

L’obiettivo del Marketing emozionale è coinvolgere ogni cliente come individuo, offrendogli un’esperienza da ricordare.

Le 5 Leve del Marketing Emozionale

Secondo Schmitt esistono 5 tipi di esperienza, denominati SEMs o Strategic Esperential Modules:

  1. SENSE EXPERIENCE esperienze che coinvolgono la percezione sensoriale; il marketing sensoriale fa ricorso alla vista, all’udito, al tatto e all’olfatto del consumatore.
  2. FEEL EXPERIENCE esperienze che coinvolgono i sentimenti e le emozioni del consumatore. Gli stimoli emozionali sono spesso “parti di vita” ovvero momenti che aggiungono, in modo graduale, delle emozioni.(campagne “feel good”)
  3. THINK EXPERIENCE esperienze creative e cognitive. Spingono il consumatore ad interagire cognitivamente e/o creativamente con l’azienda ed il prodotto.
  4. ACT EXPERIENCE l’ “act” marketing fa riferimento all’individuo nel suo complesso (mente e corpo). I messaggi motivazionali, persuasivi e istintivi spingono i consumatori ad agire in modo diverso, a provare cose nuove per cambiare in meglio la loro vita.
  5. RELATE EXPERIENCE esperienze relazionali. I singoli consumatori si relazionano con gli altri.Gli stimoli relazionali mettono in evidenza un gruppo di persone che può essere identificato in un target customer, associati da interessi o aspirazioni comuni.

 


Approfondimenti Esterni
  •  
  •  
  •  
  •  
cnv e webdesigner